Alta Val Seriana, strada chiusa e studenti senza autobus


Da domani gli studenti delle scuole superiori di Gromo, Valgoglio, Gandellino e Valbondione dovranno raggiungere Ardesio autonomamente. La minoranza di Valbondione: “Così non va bene”.

Dopo la frana caduta sabato mattina ad Ardesio lungo la strada provinciale 49 ostruendo il traffico e isolando i comuni di Gromo, Gandellino, Valgoglio e Valbondione, grande è il disagio che gli studenti delle scuole superiori di questi comuni si apprestano a dover affrontare da lunedì mattina, quando dovranno tornare sui banchi di scuola.

La variante alla strada provinciale, la “Bani-Novazza”, seppur consenta il collegamento tra i vari paesi, è una strada di montagna stretta e tortuosa, lunga una decina di chilometri con limitazione dei carichi fino a 35 quintali.

S.A.B. ha dichiarato di non essere in grado di provvedere al trasporto tra i comuni a monte della frana e Ardesio, a causa della mancanza di mezzi idonei, mentre continuerà a garantire il servizio nei singoli comuni di Valgoglio, Gromo, Gandellino e Valbondione.

Alla luce di quanto emerso da domani mattina toccherà dunque ai genitori farsi carico del trasporto dei propri figli fino alla piazza del Municipio di Ardesio, dove partiranno gli autobus di linea con gli orari standard (7.05 per quelli che vanno ad Albino e 7.15 per quelli che vanno a Clusone).

Molti genitori però non accettano questa soluzione, come sottolineano in questa interpellanza di Romina Riccardi, consigliere di minoranza di Valbondione che propone di mettere a disposizione il pulmino comunale.

Tutti i diritti riservati ©



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *