Atalanta a reti bianche – Valseriana News


Partita poco spettacolare ma intensa: finisce 0 a 0 tra Sampdoria e Atalanta al Ferraris di Genova.

L’Atalanta si prende tutto il campo allo stadio Ferraris di Genova, ma deve dividere la posta con la Sampdoria, al termine di una partita poco spettacolare ma intensa.

Risultato positivo ma non del tutto soddisfacente, perché la squadra di Gasperini avrebbe potuto essere più incisiva, soprattutto sulle palle inattive che proprio non riesce a sfruttare. Due episodi ravvicinati, dopo la metà del secondo tempo, hanno sollevato le proteste dell’Atalanta. Prima una trattenuta su Barrow lanciato a rete, non giudicata fallo da ultimo uomo, poi un intervento duro di Malinovskyi, che, già ammonito, ha lasciato l’Atalanta in dieci. Il primo episodio condizionato indubbiamente il seguente. Ancora senza Zapata, pronto al rientro dopo la sosta, e con Ilicic squalificato, Gasperini schiera la formazione provata alla vigilia, con Gollini tra i pali, Toloi, Palomino e Djimsiti in difesa, Pasalic con De Roon sulla mediana, Hateboer e Castagne esterni di centrocampo, Malinovskyi a sostegno di Gomez e Muriel. Ranieri può schierare Quagliarella, in tandem con Bonazzoli, il quale però è costretto a uscire per problemi muscolari dopo 13’ e sostituito da Caprari. La doppia linea difensiva doriana è l’argine costruito da Ranieri per chiudere gli spazi all’Atalanta, che in compenso registra il 73% di possesso palla nel primo tempo. Gomez va a occupare il fronte destro, ceduto poi a Malinovskyi dal quarto d’ora del primo tempo. Le uniche due occasioni da rete sono di marca atalantina: al 9’ con un tiro di Pasalic deviato da un difensore con pallone a fil di palo e al 32’ con una mezza girata di Toloi di poco alta sulla traversa.

Continua a leggere su TerzoTempoSportMagazine.

Tutti i diritti riservati ©