Lotta al tumore al pancreas, la Trinità di Casnigo si tinge di viola


La Trinità di Casnigo illuminata di viola in occasione della Giornata Mondiale per la lotta al tumore al pancreas.

A Casnigo c’è un gruppo molto attivo dell’Associazione Nastro Viola, che ha avviato un progetto di solidarietà per sostenere la ricerca contro il tumore al pancreas, ma anche un modo concreto e solidale per ricordare una mamma e amica che non ce l’ha fatta. A ottobre a Casnigo centinaia di persone hanno partecipato a “Quattro passi con Laura”, camminata non competitiva a scopo benefico.

“Vogliamo ricordare Laura Capitanio nativa di Cene e residente a Casnigo – spiegano gli organizzatori – che ci ha lasciato alla vigilia del primo giorno della scorsa primavera a soli 56 anni. Sposata con Matteo e madre di due figli, Giada e Fabio, Laura era un’amica con una forte personalità: precisa, affidabile, leale e generosa, con un senso dell’umorismo e una risata contagiosa, una persona combattiva e decisa. Ha lottato fino alla fine per vincere un tumore al pancreas, ma non ce l’ha fatta”.

Amici e familiari per non dimenticarla e per aiutare la ricerca a combattere questa malattia, hanno creato un gruppo legato all’Associazione Nastro Viola di Travagliato (BS), che si dedica proprio alla solidarietà per chi combatte contro il tumore al pancreas sostenendo la ricerca. “Con loro – aggiungono i volontari casnighesi – condividiamo e organizziamo iniziative per raccogliere fondi”. Domenica 24 novembre saranno attivi banchi informativi a Casnigo, Cene e Leffe.

Tutti i diritti riservati ©



Danni del maltempo estivo in Lombardia, no allo stato d’emergenza


I danni del maltempo estivo in Lombardia, il governo dice no allo stato d’emergenza.

La Presidenza del Consiglio dei ministri non ha accolto la richiesta di stato di emergenza per i danni causati dagli eccezionali fenomeni meteorologici che hanno colpito la Lombardia tra il 25 luglio e il 13 agosto di quest’anno.

I danni stimati attraverso la raccolta delle schede “Rasda” ammontavano a oltre 207 milioni di euro, più altri 86 milioni relativi alle sole attività agricole: solo a Bergamo i danni segnalati ammontano a più di 26 milioni.

“A oggi Regione Lombardia . ha dichiarato il consigliere segretario dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale della Lombardia, Giovanni Malanchini – ha fatto il possibile sia per prevenire sia per affrontare tale emergenza, stanziando ingenti risorse per la messa in campo di interventi contro il dissesto idrogeologico, ma la situazione è insostenibile: il governo deve fare la sua parte. Sblocchi al più presto i fondi necessari e torni su suoi passi rivendendo la posizione assunta dal dipartimento centrale della Protezione civile. L’Italia che piace al M5S e al Pd, evidentemente, è l’Italia dei piagnoni e non di chi si risvolta le maniche e anche nelle emergenze cerca di arrangiarsi”:

Tutti i diritti riservati ©



Cene, domenica si inaugura Chalet – il locale che mancava in Val Seriana


Aperitivi, musica dal vivo e intrattenimento: domenica a Cene si inaugura Chalet, il nuovo locale punto di riferimento per la Valle Seriana.

Aperitivi, musica dal vivo e intrattenimento: domenica a Cene si inaugura Chalet, il nuovo locale che ha l’obiettivo di diventare punto di riferimento per la Valle Seriana.

Il locale si trova in via Vittorio Veneto 83 a Cene nello stabile che ospita l’ex bike grill, oggi Bistrot, e il nuovo spazio per bambini e famiglie Play Room (leggi qui), recentemente inaugurato.

Lo Chalet ha un’ampia sala con tavoli dove sarà possibile cenare, e un banco accogliente pronto a servire i migliori vini e cocktail. Presente un importante palco dove si esibiranno band dal vivo e dj.

Domenica 24 novembre l’evento inaugurale – organizzato in collaborazione con DV Connection di Damiano Vassalli – è alle 18: ad attendere gli ospiti aperitivo e ricco buffet; in consolle dj Pazzini e Robbie Dox. L’ingresso è libero riservato ai maggiori di 18 anni.

“L’idea – spiega Beppe Pazzini, dj e direttore artistico dello Chalet – è quella di lanciare il locale che mancava in Valle Seriana. Il sabato si esibiranno band dal vivo, sia locali che cover band, mentre di domenica l’appuntamento fisso sarà con l’aperitivo”.

Per maggiori informazioni è possibile seguire il locale Chalet sui social Facebook https://www.facebook.com/chaletcene/ e Instagram o contattare il 348/3749898.

Tutti i diritti riservati ©



In fiera a Bergamo il Salone del Mobile


Da venerdì a domenica tornano al polo fieristico in via Lunga la qualità, il design, le novità e gli eventi dell’appuntamento di riferimento del Nord Italia per il grande pubblico.

Da venerdì 22 a domenica 24 novembre torna alla Fiera di Bergamo il Salone del Mobile, la kermesse firmata Promoberg dedicata alla filiera dell’arredamento e design.  Alla sua 17a edizione, il Salone di Bergamo ha raccolto dai visitatori giudizi positivi per l’alta qualità delle ambientazioni proposte, le immancabili novità e gli eventi che completano nel migliore dei modi la visita tra gli stand. Ottanta le realtà espositive (produttori, distributori, artigiani) protagoniste del Salone del Mobile 2019, che presentano sui 13mila metri quadrati dedicati alla manifestazione soluzioni di ogni genere, per soddisfare anche le richieste più esigenti. 

Chi entra al Salone del Mobile di Bergamo sa di poter trovare la soluzione ideale per arredare la propria casa come meglio desidera, grazie a proposte “personalizzate” sempre originali e di tendenza, anche grazie alla sempre più diffusa formula “chiavi in mano”, plus di servizio di molti espositori presenti. I grandi stand sono allestiti replicando delle vere e proprie abitazioni arredate con la massima qualità e curate nei minimi dettagli. 

Gli appuntamenti del secondo tempo del Salone del Mobile. Nelle tre giornate, dalle 18 alle 19, all’ingresso dei padiglioni il pubblico sarà accolto da una piacevole degustazione gastronomica. Sabato, chi entra dalle 10.30 alle 14 (la chiusura è fissata alle 20), può partecipare al concorso che premia quattro fortunati visitatori con altrettanti buoni spesa da 2mila euro cadauno.  Nel weekend, performance “live” in chiave jazz di Desiree Da Silva, Giovanni Colombo, Roberto Carminati, Emilio Maciel e tanti altri musicisti.  Sempre sabato e domenica (alle 15 e alle 17), tornano gli imperdibili show cooking proposti da David Fiordigiglio, 23 anni di Pianico, già chef Resident di Forte Village Resort presso il ristorante Hell’s Kitchen, scelto direttamente dallo chef Carlo Cracco, e chef ambassador per La Montina Franciacorta. 

Oltre all’importante collaborazione con il Gruppo Mobili e Arredamento di Ascom Confcommercio Bergamo presieduto da Lorenzo Cereda, la mostra d’arredamento e design ha il sostegno dei main sponsor UBI Banca e Credito Bergamasco Banco BPM e di Camera di Commercio di Bergamo e Bergamo Fiera Nuova, storici partner dell’ente fieristico.  Orari: venerdì 18.00 – 22.00; sabato e domenica: 10.30 – 20.00. Ticket: Intero 8 euro; Ridotto (over 65 anni) 5 euro; Biglietto Omaggio sino ai 14 anni. Parcheggio: 3 euro (forfait giornaliero). Info www.fieradelmobile-bergamo.it

Tutti i diritti riservati ©



Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne: a Parre la personale della fiber artist Silvia Beccaria


“Unfildivoce”: il 24 novembre a Parre la personale della fiber artist Silvia Beccaria. Inaugurazione in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne

In occasione di “Nemmeno con un fiore”, manifestazione promossa dal Circuito Mus.E.O. – Musei Est Orobie in favore della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, domenica 24 novembre alle ore 17, presso l’Antiquarium in piazza S. Rocco, sarà presentata l’opera della fiber artist Silvia Beccaria “Unfildivoce”. 

“Unfilodivoce” è un‘installazione che, come richiama il nome stesso, vuole dar voce alle centinaia di donne che nella prima metà del Novecento lavoravano nelle filande e cantavano per meglio sopportare la fatica e per esorcizzare la miseria della loro condizione. Le parole dei canti ci giungono flebili, ma allo stesso tempo intense, parole che non si perdono nel vento, ma che cercano di farsi sentire perché la memoria possa combattere la negazione dei diritti di oggi.

Un’opera per riflettere sulla possibilità del canto come solido sostegno ai tormenti fisici e morali subiti e che in Antiquarium manifesta la volontà di collaborazione tra archeologia e arte contemporanea, che si incontreranno per lanciare un messaggio comune contro il femminicidio e la violenza fisica, culturale e sociale  subita dalle donne.

“Quest’anno, accogliendo l’invito della Rete Antiviolenza R.I.T.A. del Distretto Bergamo Est, vogliamo rimarcare l’importanza di fare rete con gli altri comuni per sensibilizzare e informare la popolazione – sottolinea Omar Rodigari, vicesindaco di Parre -: insieme si può acquisire maggiore consapevolezza per contrastare un fenomeno che non è tollerabile possa esistere in un Paese che si definisce civile”. 

Tutte le iniziative dedicate alla giornata del 25 novembre sono state raccolte, infatti, in un unico programma di Rete diffuso nel territorio del Distretto attraverso gli Ambiti. L’auspicio è che progetti connessi a questa tematica non rimangano circoscritti ad una giornata specifica, ma si protraggano nel corso dell’anno, così da mantenere alta l’attenzione. A Parre l’esposizione si concluderà il 29 dicembre con un laboratorio per adulti e bambini. 

L’evento è realizzato in collaborazione con BACS Arte e Società di Leffe. Parteciperà all’incontro il coro Donne dell’Era e Musici di Rovetta, che eseguirà dei brani legati alla tematica specifica. A seguire verrà offerto un aperitivo dal Piccolo Bar. 

Tutti i diritti riservati ©



Alzano Lombardo: la Polizia Locale seleziona volontari osservatori del territorio


La Polizia Locale di Alzano Lombardo seleziona 5 Volontari osservatori del territorio. Bando aperto sino al 25 novembre.

Foto – Comune Alzano Lombardo

Il comando della Polizia Locale del Comune di Alzano Lombardo, con un avviso aperto alla cittadinanza pubblicato lo scorso 15 novembre, seleziona 5 volontari osservatori del territorio: cittadini residenti e non residenti, maggiorenni, privi di denunce e condanne, dotati di piena capacità di agire.

I 5 candidati saranno selezionati in base all’ordine di arrivo delle domande che dovranno essere presentate entro e non oltre il 25 novembre.

Per compilare il modulo di adesione consultare il portale online del comune: http://www.comune.alzano.bg.it/news-e-iniziative/dettaglio/Selezione-di-Volontari-Osservatori-del-Territorio-VOT/.

Tutti i diritti riservati ©



Venerdì 22 novembre Giornata Nazionale per la Sicurezza delle Scuole


E’ in programma venerdì 22 novembre la Giornata Nazionale per la Sicurezza nelle Scuole istituita in ricordo delle vittime degli incidenti avvenuti nelle scuole italiane.

Domani venerdì 22 novembre sarà celebrata la Giornata Nazionale per la Sicurezza nelle Scuole: il Ministero in questi giorni sta promuovendo iniziative didattiche, formative e informative per la diffusione della cultura della sicurezza nelle scuole e per la prevenzione dei rischi.

Sergio Piazzolla, Responsabile dell’Area specialistica Igiene e Sicurezza del lavoro dell’Agenzia di Tutela della Salute, riferisce che “anche a Bergamo, in collaborazione tra ATS e Ufficio Scolastico si è ricordato a tutte le scuole l’importanza di questa giornata e l’opportunità di  realizzare iniziative didattiche che coinvolgano gli allievi e il personale (il Ministero mette a disposizione materiale informativo ed un’apposita pagina web). L’obiettivo è arrivare a vivere comportamenti sicuri in edifici sicuri e questo coinvolge, la scuola, gli enti pubblici ed i privati proprietari degli edifici”.

Le scuole possono parteciparvi sia con attività ludiche (giochi di gruppo, flash mob, concorsi fotografici, visione di video animati) sia con iniziative più formative (dibattiti, testimonianze di esperti, esercitazioni di evacuazione, percorsi e itinerari negli edifici scolastici…).

“Come ATS – prosegue Piazzolla – abbiamo proposto e avviato da settembre con l’Ufficio Scolastico un percorso di affiancamento e assistenza ai neo Dirigenti Scolastici per facilitare la conoscenza degli adempimenti previsti dalla legge in tema di salute e sicurezza degli ambienti scolastici. Sono incontri molto seguiti e apprezzati da parte dei neopresidi, che per la prima volta si trovano a fare i conti con questi obblighi della normativa nella veste di datori di lavoro”. Alcuni di questi Dirigenti hanno aderito alla celebrazione della Giornata Nazionale per la Sicurezza nelle Scuole organizzando iniziative nei loro plessi.

Il percorso di ATS con i neodirigenti scolastici si affianca al tavolo di confronto avviato a marzo con i Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione delle scuole, cioè quelle figure  obbligatorie per legge che supportano direttamente il Dirigente nella gestione della sicurezza. Trattandosi di un incarico delicato e strategico, che viene svolto spesso da personale docente o tecnico che svolge ovviamente un’altra professione, la collaborazione tra le istituzioni costituisce un supporto determinante per dirimere dubbi e favorire l’aggiornamento.

“Il progetto di inserimento dell’insegnamento della cultura della sicurezza nelle scuole da parte degli stessi docenti nelle normali ore di lezione è uno degli obiettivi che ATS sta perseguendo, coordinando con la collega Giuliana Rocca un percorso  didattico-tipo per le scuole primarie e secondarie di primo grado – conclude Pietro Imbrogno, Direttore del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria dell’Agenzia di Tutela della Salute –  Abbiamo realizzato anni fa il manuale “A scuola di Sicurezza” del quale si è appena concluso l’aggiornamento, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Urgnano.  Per le scuole superiori stiamo invece realizzando un analogo progetto pilota di inserimento curricolare della salute e sicurezza sul lavoro dal titolo “La Scuola Sicura” in collaborazione con il Liceo Scientifico Mascheroni, l’Istituto Professionale Pesenti e l’Istituto Tecnico Natta, insieme a INAIL e UST, con il sostegno delle parti sociali ed al quale da quest’anno hanno aderito  sperimentalmente altre tre scuole superiori per alcune loro classi”.

Tutti i diritti riservati ©



Clusone, nuovo bando per la gestione del centro sportivo


Primo bando andato deserto: a Clusone nuova gara a costi ridotti per la gestione del centro sportivo.

Nuovo bando pubblicato dal Comune di Clusone per la gestione del centro sportivo di via Don Bepo Vavassori, finito sulla bocca di tutti per aver ospitato nel luglio 2019 il ritiro estivo dell’Atalanta.

Il centro sportivo comprende un campo in erba a 11, un campo sintetico e la struttura polivalente di recente realizzazione.

Il primo bando per la gestione della struttura era stato presentato nel mese di agosto ma il concorso era andato però deserto.

Il nuovo bando propone una base d’asta per il canone annuo di affitto abbassato da 3.000 a 2.000 euro. Rispetto al bando di quest’estate, inoltre, è stato eliminato il compito di manutenzione del campo in erba che sarà affidato ad una società specializzata.

La data per il termine della presentazione dell’offerta è fissata per il 29 novembre, mentre l’eventuale affidamento in concessione della gestione del Centro Sportivo prenderà il via il primo gennaio del 2020.

Tutti i diritti riservati ©



Territorio bergamasco a rischio dissesto idrogeologico


Territorio bergamasco a rischio dissesto idrogeologico: a metterlo nero su bianco l’ultimo rapporto annuale Ispra.

L’edizione 2018 del Rapporto sul dissesto idrogeologico in Italia (pubblicata pochi giorni fa), la seconda dedicata a questo tema, fornisce il quadro di riferimento aggiornato sulla pericolosità per frane e alluvioni sull’intero territorio nazionale e presenta gli indicatori di rischio relativi a popolazione, famiglie, edifici, imprese e beni culturali.

Il Rapporto redatto da Ispra (L’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) aggiorna le mappe nazionali della pericolosità da frana dei Piani di Assetto Idrogeologico e della pericolosità idraulica Gli indicatori di rischio rappresentano un utile strumento a supporto delle politiche di mitigazione del rischio.

Per quanto riguarda la bergamasca sono 385,2 i chilometri quadrati (sui 2.746 del totale della provincia) considerati a rischio frane: 244,9 a rischio molto elevato, 91,4 elevato e 48,9 medio. Trentasei i comuni maggiormente esposti, per un totale di 4.075 famiglie interessate (pari allo 0,9 per cento). Non solo: a forte rischio, sempre secondo i dati dell’Ispra, vi sono anche 4.162 edifici, 802 aziende e 67 beni culturali.

A tutto ciò si aggiunge il tema relativo all’indice di vulnerabilità delle strade provinciali, calcolato in base al numero delle frane in proporzione ai chilometri. L’indice bergamasco è dello 0,96%, il più alto in Lombardia, seguito dallo 0,93% di Brescia, lo 0,55% di Sondrio, lo 0,52% di Como, lo 0,48% di Lecco e lo 0,16% di Pavia. 

Il rischio di alluvioni riguarda 256,6 chilometri quadrati della provincia: 111,3 dei quali considerati a rischio elevato. Comprendono 9.505 famiglie (il 2,1 per cento del totale), ma anche 4.660 edifici, 2.288 imprese e 124 beni culturali.

Tutti i diritti riservati ©



Incidente fuori dalla Montenegrone, altra mattinata nera


Incidente fuori dalla Montenegrone in territorio di Torre de Roveri questa mattina alle 7.30.

Incidente fuori dalla Montenegrone in territorio di Torre de Roveri questa mattina alle 7.30.

Lo scontro si è verificato lungo la strada provinciale in direzione Bergamo e ha coinvolto tre veicoli. Nessuno è rimasto ferito gravemente. Sul posto un’ambulanza che ha soccorso in codice verde un 57enne.

Il traffici mattutino ne ha risentito pesantemente.

Tutti i diritti riservati ©