Disagio sociale nei giovani: in arrivo 700mila euro da ATS Bergamo


Opportunità e inclusione: 700.000 euro da ATS Bergamo per rispondere alle difficoltà e alle problematiche di disagio sociale di giovani e adolescenti.

Oltre 700mila euro per il tramite dell’Agenzia di Tutela della Salute sono a disposizione dei giovani e degli adolescenti della Bergamasca e delle loro famiglie. L’obiettivo è quello di favorire processi includenti di contrasto alle situazioni di disagio sociale, stimolare processi di integrazione partecipata e migliorare le capacità relazionali dell’adolescente all’interno della famiglia e nella comunità nel suo complesso. Il tutto tramite l’adozione di strategie innovative ed efficaci in grado di offrire risposte mirate, flessibili ed integrate da parte dei servizi territoriali, e mediante il consolidamento e l’implementazione di processi virtuosi finalizzati all’inclusione sociale delle famiglie e degli adolescenti.

E’ previsto un contributo a fondo perduto attraverso l’erogazione di voucher per un periodo di otto mesi, per un ammontare complessivo di 6.857 euro circa a persona. Le segnalazioni relative a situazioni di disagio vissute da giovani e adolescenti sono raccolte e inoltrate all’ATS, con le modalità previste dal bando, esclusivamente da Comuni singoli o associati, Organizzazioni del Terzo Settore iscritte ai registri regionali o nazionali o ad analoghi elenchi regionali/nazionali, Enti gestori accreditati per la gestione di Unità di Offerta socio-sanitarie, Enti gestori accreditati a livello territoriale per la gestione di Unità di Offerta sociali, Enti riconosciuti dalle confessioni religiose con le quali lo Stato ha stipulato patti, accordi o intese.

“Il progetto si rivolge alle famiglie con adolescenti o giovani tra i 13 e i 25 anni residenti o domiciliati nel territorio bergamasco in condizioni di difficoltà come disagio psicologico ed evolutivo, isolamento sociale, abbandono scolastico, dipendenza o abuso, problemi con la giustizia – spiega la dottoressa Cristina Sarchi, direttore sociosanitario ATS Bergamo – I singoli interventi saranno realizzati da erogatori selezionati da ATS Bergamo con un apposito bando. Nel progetto sono coinvolti, oltre ad ATS Bergamo, ASST Papa Giovanni XXIII, ASST Bergamo Est, ASST Bergamo Ovest, gli erogatori che hanno partecipato al bando e la rete sociosanitaria territoriale nel suo complesso”.

Le domande sono oggetto di istruttoria valutativa a sportello (sino ad esaurimento delle risorse economiche) e possono già essere presentate. I criteri di selezione sono identificabili nelle caratteristiche di ammissibilità dei soggetti destinatari.

Il bando è aperto ed è pubblicato sui siti www.atsbg.it e www.regione.lombardia.it

Tutti i diritti riservati ©