L’enciclica del Papa al creato a Palazzo Creberg


La Fondazione Credito Bergamasco presenta la mostra “Laudato sì”

Tra bellezza e grido; questo il titolo dell’esposizione – a cura di Angelo Piazzoli e Tarcisio Tironi – dedicata all’Enciclica di papa Francesco Laudato si’ accompagnata da opere di Margherita Leoni (artista bergamasca, specializzata di botanica) e di Luciano Mello Witkowski Pinto.

Da circa dieci anni, sottolinea Angelo Piazzoli, seguiamo il percorso professionale di Margherita Leoni – con il sostegno ad esposizioni di carattere naturalistico – a cui nel 2010 abbiamo commissionato un lavoro site specific per il Loggiato di Palazzo Ceberg (“Cerrado. Bioma da salvare”, tecnica mista su tela, cm 289 x 293) che dal 2011 fa parte del patrimonio della Fondazione Creberg. L’approfondimento della conoscenza personale e professionale di Margherita e, nel tempo, di Luciano (suo compagno di vita e di professione) ci ha consentito di promuovere un ragionamento sulla salvaguardia del Creato, fino a proporre loro una sorta di sfida: realizzare un’esposizione di dipinti sul tema della “Creazione” sviluppando un percorso di approfondimento dell’argomento che costituisse poi la base teoretica sulla quale costruire un itinerario espositivo di grande forza evocativa e di rilevante valenza culturale ed educativa, volto ad approfondire il tema dei cambiamenti climatici, il loro devastante impatto sul Pianeta e la recente Enciclica del Papa con le sue accurate analisi e con i rimedi che autorevolmente suggerisce.

La mostra Laudato si’, che inaugura a Palazzo Creberg il 6 giugno alle ore 18.00, farà poi tappa presso il Centro Culturale Giovanni Testori a Vertova, la Chiesa del Buon Consiglio a Grumello del Monte e il Museo di Arte e Cultura Sacra a Romano di Lombardia.

L’esposizione presenta una selezione dei lavori di Margherita Leoni e Luciano Mello Witkowski Pinto eseguiti tra il 2007 e il 2013 quando vivevano nello Stato di San Paolo in Brasile a cui si uniscono numerose opere recenti e inedite, alcune realizzate ad hoc in accordo con la Curatela.

La mostra sarà visitabile dal 7 giugno al 5 luglio presso il Palazzo Storico del Credito Bergamasco da lunedì a venerdì, negli orari di apertura della filiale (8.20 – 13.20 e 14.50 – 15.50)
Apertura straordinaria sabato 8 giugno (14.30 – 19.00).

Maggiori informazioni saranno divulgate con la conferenza stampa del giorno 6 giugno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *