Parre, nel weekend Sapori e antichi mestieri


Sabato 29 e domenica 30 giugno alla scoperta degli antichi mestieri e dei sapori seriani con “Sapori e tradizioni”. Nei cortili più caratteristici di Parre un salto nel passato gustando piatti tradizionali.

Sabato 29 e domenica 30 giugno Parre torna al suo antico splendore, come tanti anni fa: tra le vie e i cortili più caratteristici di “Parre Sopra” dove si sviluppa un percorso storico – culturale – gastronomico che porta i visitatori alla scoperta delle tradizioni, dei costumi tipici del paese e dei piatti tipici.

Scultori del legno, hobbisti e artigiani, giri in pony e in carrozza, dimostrazioni di ferratura dei cavalli, laboratorio di panificazione, dimostrazione di caseificazione e tanto altro. Più di 70 tra artigiani, hobbisti, aziende agricole e birrifici: da bigiotteria, ad oggetti in terracotta, sculture in legno, dipinti, prodotti per la cura del corpo naturali, lanterne in legno artigianali, allo zafferano prodotto in bergamasca, salumi, formaggi, yogurt con latte di capra, ce n’è per tutti i gusti.

Tra le novità dell’edizione di quest’anno, sabato sarà presente la compagnia “I burattini Baccanelli”, di Virginio Baccanelli (che ha ricevuto il prestigioso riconoscimento nazionale “Premio Benedetto Ravasio” in quanto prosecutore e conservatore della secolare tradizione burattinaia bergamasca).  Alle 16.30 i bambini dai 5 ai 10 anni potranno, sotto la sua esperta guida, costruire un burattino da portare poi a casa, mentre la sera, alle 20.30, si terrà lo spettacolo di burattini della tradizione bergamasca “Gioppino e la principessa stregata”. Quest’anno fa inoltre il suo esordio il “Cortile ospite” che sarà rappresentato dalla Valtellina: si potranno assaggiare i pizzoccheri preparati dall’Accademia del Pizzocchero di Teglio, accompagnati dalla birra artigianale made in Chiuro del Birrificio Pintalpina. 

Domenica special guest il gruppo storico “Saronno una volta”, che rappresentano personaggi della media borghesia cittadina del primo ‘900 in viaggio con il treno a vapore per recarsi in ValSeriana per la villeggiatura. Rievocano la Saronno di cent’anni fa, nel passaggio dall’economia agricola ad industriale, quando nei cortili e nelle osterie si cantava ancora. Per gli amanti degli animali dalle 13.30,  nell’ampio prato in fondo a via Campella si potranno ammirare i bellissimi lupi cecoslovacchi. 

Sarà anche l’occasione per conoscere la storia e l’arte del paese attraverso visite guidate ai monumenti e alle chiese di Parre e da non dimenticare la visita alla casa della Pierina, un luogo magico dove il tempo si è fermato a 50 anni fa, visitabile durante tutto il periodo della festa e in poche altre occasioni.

Si potranno assaggiare e acquistare prodotti tipici bergamaschi come salumi, formaggi, miele, marmellate, vino e birre artigianali dei micro birrifici della provincia di Bergamo, con un percorso gustativo che permette di ripercorrere tutti i cortili. Nei punti ristoro la cena del sabato e della domenica e il pranzo della domenica sarà possibile gustare i tipici Scarpinòcc e gli altri piatti della cucina bergamasca come capù,  gnòch in còla, arrosticini, bergna (carne di pecora esiccata), stracotto d’asino e selvaggina.

Non mancheranno nemmeno i gruppi folk, che animeranno le strade e i cortili di Parre. Ospiti della manifestazione sabato pomeriggio: Associazione culturale Costöm de Par, Gruppo folcloristico Lampiusa (Parre), i Gioppini di Bergamo, Donne dell’Era (Rovetta), Mauro Pievani con canti popolari con la fisarmonica e Danilo e Lory con musica e canti tradizionali. 

Sabato sera, in occasione della Festa patronale di San Pietro apostolo, presso la Chiesa parrocchiale, alle 21.30 si terrà il concerto della Banda di San Pellegrino Terme.

Domenica il borgo sarà animato dalla Compagnia del Re Gnocco, che proporrà giochi tradizionali in legno: giochi di astuzia e di precisione, giochi per bambini e per i loro genitori, di squadra e individuali, per divertirsi come una volta, con un po’ di musica folk di sottofondo che renderà l’atmosfera gioiosa e permetterà di proporre anche un paio di danze durante la giornata. Sarà presente anche la Federazione campanari bergamaschi, con un concerto di campanine e il sopracitato gruppo storico “Saronno una volta”. Nell’ampio prato in fondo a via Campella mostra di lupi cecoslovacchi dove ammirare questi splendidi animali.

Il tutto si svolgerà nel centro storico della parte alta di Parre tra i cortili più caratteristici del piccolo borgo ed è organizzato dalla Pro Loco di Parre, con il patrocinio del comune, di Promoserio, della Comunità Montana e di Radio Number One.

Per maggiori informazioni: 331.7740890 – info@prolocoparre.comwww.prolocoparre.com.

Tutti i diritti riservati ©



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *