Pasqua di sangue in Sri Lanka, 207 morti


Pasqua di sangue in Sri Lanka, bombe nelle chiese e negli alberghi. Oltre 200 morti e 300 feriti. Vittime anche tra gli stranieri.

Una costa dello Sri Lanka che dà sull’oceano

Pasqua di sangue in Sri Lanka: nel paese dell’Asia meridionale alcune bombe sono state fatte saltare simultaneamente in alcune chiese cristiane e in alcuni alberghi di lusso. Stando alle ultime informazioni si parla di almeno 207 morti e 300 feriti. Vittime anche tra gli stranieri.

Una delle chiese colpite dall’esplosione è quella di Sant’Antonio nella capitale Colombo a sud-ovest del paese. Le altre due sono San Sebastiano a Negombo, a circa 30 chilometri dalla capitale e una chiesa a Batticaloa, a 250 chilometri a est della capitale.

In Sri Lanka il 70,2% dei cittadini del paese seguono la dottrina e pratica del Buddhismo Theravada, il 12,6% sono induisti, mentre solo il 9,7% sono musulmani ed il 7,4% cristiani.

Il bilancio di morti e feriti è in continuo aggiornamento.

Tutti i diritti riservati ©



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *