Schilpario, chiusi i campionati italiani under 16 di fondo


Conclusi con successo a Schilpario, in Val di Scalve, i campionati italiani under 16 di fondo.

Degna conclusione dei campionati italiani Under 16 di fondo ieri sulla pista degli Abeti a Schilpario con le avvincenti staffette skating nelle quali in campo femminile ha prevalso il Comitato Veneto davanti a alle Alpi Occidentali e a quello friulano. Medaglia di legno per le Alpi Centrali favorite della vigilia. In campo maschile si è imposto il terzetto del Comitato Alpi Occidentali su Trentino e Veneto.

Si è così conclusa una manifestazione organizzata al meglio dallo sci club Schilpario caratterizzata da grandissimo entusiasmo da parte sia degli atleti che dai tecnici e del folto pubblico accorso in Val di Scalve. Oltre alle staffette finali la kermesse scalvina ha dato vita ad altre due gare di ottimo livello. 

Si era partiti venerdì con la gimkana sprint in pattinato dove gli oltre 220 concorrenti si sono confrontati in un format innovativo quanto spettacolare che li ha portati dopo la scrematura a cronometro delle qualifiche, alle avvincenti finali a sei. 

Lucia Isonni

Ed è qui che l’enfant du pays Lucia Isonni ha sfoderato il colpo da fuori classe disputando una finale al fulmicotone al termine della quale ha dovuto inchinarsi solo al fotofinish alla veneta Iris De Martin Pinter e lasciandosi sulle code la valdostana Nadine Laurent.

Doppietta piemontese in campo maschile con il duo dell’Entraque Marco Barale e Martino Carollo sui primi due gradini seguiti dal trentino Giovanni Lorenzetti. 

Sabato ritorno alla tradizione con l’individuale in classico che ha visto la valdostana Nadine Laurent laurearsi nuova campionessa italiana U16 vendicando così il bronzo del giorno prima precedendo la veneta Iris De Martin Pinter e la padrona di casa Lucia Isonni che regala così un’altra medaglia al suo sci club, lo Schipario ripagandolo sul campo dell’importante sforzo organizzativo. 

Per l’altra metà del cielo lo scudetto è andato al piemontese Davide Ghio che ha preceduto i compagni del Comitato Alpi Occidentali Samuele Giraudo e Martino Carollo. 

La manifestazione ha offerto spunti emozionanti anche grazie alla cerimonia di premiazione in piazza Cardinale Maj durante la quale sono state consegnate le borse di studio alla memoria di Gianni Morzenti ex presidente della Fisi originario di queste zone e all’incontro serale con Franco Nones, evento che è stato l’occasione per l’estrazione a sorteggio tra tutti i concorrenti di altre due borse di studio da 150 euro intitolate a Walter Maj, una colonna del fondismo scalvino scomparso lo scorso autunno.

Felice il presidente del sodalizio organizzatore Andrea Giudici che si sofferma sulla buona riuscita della manifestazione – sono molto soddisfatto di come è andata questa edizione dei campionati. Ringrazio tutti coloro che ci hanno dato una mano sia dal punto di vista economico come UBI Banca e Fisi Bergamo cui spero si aggiungeranno Regione e Comunità Montana, che da quello speso sul campo dai tanti volontari che hanno dato l’anima per far vedere di cosa siamo capaci da queste parti.” Allineato il giudizio del presidente di Fisi Bergamo Fausto Denti “Schilpario si è dimostrato al top nell’organizzazione dando vita ad una manifestazione che rimarrà nel cuore di tutti riportando il giusto entusiasmo per rilanciare, soprattutto tra le tante famiglie presenti a bordo pista, questo bellissimo sport.”

Tutti i diritti riservati ©



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *