Sentiero Orobie Orientali, un Passaporto per gli escursionisti


Presentato questa mattina il Passaporto del Sentiero delle Orobie Orientali: con i timbri dei rifugi delle Orobie sarà rilasciato un attestato.

Rifugio dopo rifugio, timbro dopo timbro, da quest’anno gli escursionisti che intraprenderanno il suggestivo Sentiero delle Orobie Orientali avranno come attestato della loro impresa un Passaporto presentato questa mattina a Bergamo nella sede di Visit Bergamo, l’ente per il turismo bergamasco.

L’idea dell’anello del Sentiero delle Orobie Orientali, con partenza e arrivo ad Ardesio, è stata del Cai di Bergamo, subito condivisa con Vivi Ardesio e PromoSerio.

Ad introduttore la mattinata Luigi Trigona, Presidente di Visit Bergamo. Al tavolo con lui Maurizio Forchini, Presidente di PromoSerio; Fabrizio Zucchelli, Presidente di Vivi Ardesio; Paolo Valoti, Presidente Cai Bergamo e Claudio Bolandrini, Consigliere delegato al Turismo Provincia di Bergamo.

“Già dallo scorso anno abbiamo promosso questo progetto – spiega Forchini – con la stampa della cartina del Sentiero delle Orobie Orientali in 10.000 copie che sono andate a ruba. Questo per rendere l’idea di quanto il nostro territorio sia appetibile. Il lavoro di sinergia ci ha permesso di raggiungere questo importante risultato chiudendo il Sentiero delle Orobie Orientali e rendendolo quindi più fruibile. Non mancheranno i contest per chi completa tutti il tracciato e anche qualche simpatico premio”.

“Ogni escursionista – ha detto Fabrizio Zucchelli -, prima di intraprendere il Sentiero prenderà il passaporto presso il nostro ufficio turistico e collezionerà i timbri man mano che raggiungerà i 7 rifugi coinvolti. Una volta concluso l’itinerario verrà rilasciato un attestato finale. L’obiettivo è quello di incentivare le persone a raggiungere le nostre montagne e a frequentare i rifugi”.

“Il Sentiero delle Orobie nasce negli anni ’50 e oggi rappresenta una bellissima altavia – ha aggiunto Paolo Valoti -. Il lavoro di squadra ha permesso di valorizzare ancora di più il territorio e il lavoro instancabile dei rifugisti che quotidianamente si impegnano per mantenere al meglio l’offerta turistica delle Orobie”.

I sette rifugi che apporranno il timbro sono: Alpe Corte, Laghi Gemelli, Calvi, Baroni, Merelli al Coca, Curò e Albani.

Il passaporto sarà disponibile dal 15 giungo 2019: si tratta di un documento stampato in formato tascabile e nominale e può essere ritirato presso l’ufficio di Vivi Ardesio (Piazza Monte Grappa 3, Ardesio)e presso il panificio Minuscoli (via Locatelli 40, Ardesio) e la pasticceria Bigoni (via Duca d’Aosta 7, Ardesio). Per maggiori info www.viviardesio.com.

Tutti i diritti riservati ©



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *