Sicurezza in montagna: al Pora il campo scuola per alunni e insegnanti 


Sicurezza in montagna: torna il campo scuola per alunni e insegnanti. Il 19 febbraio al Monte Pora insieme ai campionati studenteschi di sci alpino: la carica dei 400 sciatori degli istituti bergamaschi.

La foto dello scorso anno

Torna la lezione di sicurezza in montagna e di ricerca in valanga, alla quinta edizione, riservata a docenti e studenti per sensibilizzare alla sicurezza in montagna.

L’appuntamento è per martedì 19 febbraio al Monte Pora, con partenza alle 9.30 dalla Baita Termen, passeggiando con le ciaspole in direzione del rifugio Magnolini, località Monte Alto, dove verrà approntato un campo scuola. Terminata la dimostrazione, il rientro è fissato sempre alla Baita Termen per il pranzo.  

“La lezione di sicurezza sulla neve sensibilizza ragazzi e ragazze alla riduzione del rischio sulle piste da sci e punta a rafforzare la cultura della prevenzione – sottolinea Patrizia Graziani, dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo – Il campo scuola fa parte di un progetto consolidato nel tempo e si configura come una coinvolgente lezione naturalistica, di rilevamento della neve caduta, di ricerca in valanga e soccorso con l’ausilio dell’unità cinofila”.

La lezione di sicurezza si svolge in concomitanza con la fase provinciale dei campionati studenteschi di sci alpino – slalom gigante e snowboard, il 19 febbraio al Monte Pora, riservata alle scuole secondarie. La gara conta ben quattrocento ragazze e ragazzi iscritti e si svolgerà sulla pista Coppa Europa e Fausto Radici del Monte Pora. Il ritrovo è alle 8.30 all’ufficio gare accanto alla biglietteria centrale degli impianti di risalita del primo piazzale. 

“La scuola promuove l’attività motoria sin dalla base, nel modo più ampio possibile, e proviamo una grande gioia quando ragazzi e ragazze, che hanno partecipato a suo tempo ai campionati studenteschi, poi diventano atleti di livello anche internazionale. Stando agli sport invernali, voglio citare anche quest’anno le attuali campionesse bergamasche Michela Moioli e Sofia Goggia – aggiunge la docente Simonetta Cavallone, che coordina l’Ufficio di educazione fisica e sportiva dell’Ust di Bergamo – Queste atlete rappresentano un punto di riferimento chiave per le giovani generazioni; incarnano i sani valori dello sport e lo spirito di sacrificio che sta sempre dietro a grandi risultati”.  

La gara a Valbondione

Il 5 febbraio in Valbondione, pista sci fondo “Casa Corti”, si sono aperte le gare studentesche degli sport invernali con la fase provinciale dei campionati di sci nordico – fondo “Trofeo Franco Gatti”. Le squadre vincitrici sono state l’Istituto comprensivo di Clusone per le categorie unica femminile e unica maschile, l’Istituto superiore Fantoni di Clusone per la categoria allieve e l’Istituto superiore Turoldo di Zogno per gli allievi.  

Ora l’attenzione è rivolta al 19 febbraio tra gare e speciale lezione di sicurezza in montagna. La lezione fa parte di un progetto organizzato con il Corpo nazionale del soccorso alpino e speleologico e le Guide alpine, e viene promossa dall’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo con il proprio Ufficio di educazione fisica e sportiva, in collaborazione con l’Associazione Sportiva Dilettantistica Baz snow&race, la Società Irta S.p.A. e le scuole sci  Monte Pora. Il ritrovo è alle 8.30 all’ufficio gara a fianco della biglietteria.

Tutti i diritti riservati ©



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *