Simone Cristicchi: Un cantastorie Matto

Simone Cristicchi: Un cantastorie Matto

Simone Cristicchi cantastorie matto

Simone Cristicchi cantastorie matto

Vorrei cantare come Biagio Antonacci, Vorrei pesare come Biagio Antonacci, Firmare autografi alle fan, riempire i palasport, E fare quel che fa Biagio Antonacci”. Cantava così ai suoi esordi con il pubblico Simone Cristicchi, cantantautore romano, tra gli artisti maggiormente apprezzati dell’ultimo decennio.

Per anni schivato dalle grandi case discografiche, questo ragazzo dai capelli ricci, sguardo dolci e spessi occhiali da vista, nonostante una carriera ben più lunga e ricca di premi, è riuscito solo con questo tormentone appena citato nel 2005 a convincere le case discografiche del suo indubbio valore.

Una canzone che divertì tanto Biagio Antonacci al punto di invitare di corsa Simone a cantarla in un suo concerto,  e che colpì tanto il pubblico, da portare il giovane cantautore dalle stalle alle stelle discografiche nel giro di breve tempo.

Il numero di premi vinti da Simone in carriera è immenso, dei quali la vittoria al Festival di Sanremo del 2007 è solo la punta di un iceberg che vede ben più grandi ed importanti riconoscimenti.

Classe 1977, Simone Cristicchi, musicalmente è frutto del suo talento e delle esperienze di vita da lui vissute. Un uomo che non ha paura di sperimentar e nuove sonorità, nuovi modi di cantare, e che soprattutto, attraverso la musica non ha mai avuto paura di esprimere sensazioni, emozioni, ma soprattutto parlare di realtà considerate scomode e per questo dimenticate.

Basti pensare al fatto che in questa estate del 2009 è in tour con in coro di Minatori di Santa Flora, e che, grazie ad una attività di volontariato svolta negli anni della sua adolescenza presso  l’ex struttura manicomiale di Genzano di Roma, Simone è rimasto focalizzato sul problema della malattia mentale e sulla vita dei pazienti da essa affetta, al punto di comporre “ Ti regalerò una rosa”, la canzone vincitrice a Sanremo 2007 ed un libro”Centro di igiene mentale – Un cantastorie tra i matti”da lui stessi creati attraverso la sua esperienza e le sue visite presso ex manicomi sparsi in tutta Italia.

Non bisogna inoltre dimenticare “Lettere dal Manicomio”, una serie di corti dove insieme a  Gigi Proietti, Claudia Pandolfi, Luca Lionello, racconta 5 lettere dei “matti di Volterra” utilizzati come ispirazione anche per il suo documentario (omonimo dell’album del 2007)sugli ex manicomi, diventato poi anche uno spettacolo teatrale di musica e prosa che Simone ha portato in giro in tutta Italia.

Un autore speciale come i temi che affronta.

Opere:

2005 – Fabbricante di canzoni
2007 – Dall’altra parte del cancello
2007 – Dall’altra parte del cancello  –  DVD
2007 – Centro di igiene mentale – Un cantastorie tra i matti – Libro

Riconoscimenti:

  • Bengio Festival di Benevento (1998);
  • Premio S.I.A.E.: migliore canzone in gara (1998);
  • Cantautori 1998 (Organizzato dall’A.R.C.I.): primo premio (1998);
  • Premio Rino Gaetano Cilindro d’argento (2003);
  • Premio Carosone (2005);
  • Premio dallo Sciamano allo Showman: nuova proposta (2005);
  • Premio Nielsen (2005);
  • Premio Internazionale delle Arti Leone d’Argento di San Marco (2005);
  • Premio Mei: artista rivelazione indie pop (2005);
  • Premio Benjamino Esposito (2005);
  • Premio Charlot per la migliore canzone comica (2005);
  • Premio Gaber Festival Teatro Canzone di Viareggio (2005);
  • Venice Music Awards: artista rivelazione maschile (2005);
  • Premio Lunezia Nuove Stelle per il valore musical-letterario dell’albumFabbricante di canzoni (2005);
  • Primo Premio Festival Musicultura e Targa della Critica (2005);
  • Premio della critica “Musica & Dischi”: miglior album debutto (2006);
  • Targa Tenco: miglior opera prima (2006);
  • 57° Festival di Sanremo: Primo classificato nella Sezione Campioni (2007);
  • Premio della Critica Mia Martini 57º Festival di Sanremo – Sezione Campioni (2007);
  • Premio della Sala Stampa Radio-Tv Ariston Roof del 57º Festival di Sanremo: Sezione Campioni (2007)
  • Premio Letterario Elsa Morante Ragazzi per il libro Centro di igiene mentale – Un cantastorie tra i matti (2007);
  • Premio Internazionale di Cultura Re Manfredi per la musica leggera (2007);
  • Venice Music Awards: “Premio Sorrisi e Canzoni Tv” (2007);
  • Premio Videoclip Italiano: sezione Artista Maschile per Ti regalerò una rosa (2007);