Trasporto pubblico, da Roma sbloccate risorse


Da Roma sbloccate risorse per il trasporto pubblico anche bergamasco. I sindacati rispondono: “Bene ma la carenza di fondi resta forte”.

Scongiurato il taglio da 2,5 milioni di euro al trasporto pubblico bergamasco: il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha firmato il decreto interministeriale con il quale vengono ripartiti tra le Regioni 3,89 miliardi di euro, come anticipo dell’80% del Fondo nazionale trasporti. 

“Accogliamo con favore la decisione di scongelare le risorse del Fondo nazionale trasporti – commenta Marco Sala, segretario generale della FILT-CGIL di Bergamo -, ma chiediamo che l’attenzione ai tagli al Trasporto Pubblico, anche nella nostra provincia, resti alta, perché la situazione critica non è stata ancora sanata”.

Il riferimento di Sala è ai fondi contenuti nella Legge di Bilancio approvata a fine 2018 che risultavano “congelati” in attesa della verifica degli obiettivi di bilancio dello Stato, prevista per il luglio prossimo. A Bergamo dal Fondo nazionale trasporti sono destinati 2,5 milioni di euro.

“Niente trionfalismi: la carenza di fondi resta. Tra l’altro, è davvero singolare far apparire – come fa il Ministro Toninelli – uno sblocco di fondi congelati come immissione di risorse aggiuntive, di denaro fresco: non è esattamente così. Un mancato taglio non significa l’immissione di nuovi fondi” prosegue Sala. “La verità è che in bergamasca dobbiamo ancora fronteggiare una mancanza di 1,5 milioni di euro che si aggiunge a tutti i tagli degli anni precedenti. Ancora una volta sottolineiamo che per la tutela dei lavoratori del settore abbiamo dovuto affrontare, negli ultimi anni, negoziazioni in totale difesa di trattamenti vecchi, a volte anche rinunciando a elementi economici. Ancora una volta ripetiamo che in uno scenario di mancanza di risorse non si costruisce nulla né dal punto del miglioramento delle condizioni di lavoro (e dunque del servizio) ma anche in termini di negoziazioni per il salario”.

Tutti i diritti riservati ©



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *